Camera distorta

(1970)
Camera distorta
  • TIPOLOGIA: Ambiente
  • TECNICA: falegnameria
  • MATERIALE MISURE: truciolato tinto – m 6x10x3
  • UBICAZIONE: Deposito GNAM, Roma
  • CO-AUTORI: Davide Boriani
  • MOSTRE: 'Vitalità del negativo' Palazzo delle esposizioni, Roma 1970/71 | 'Gli ambienti del gruppoT' Galleria Nazionale d’Arte Moderna, Roma 2006
L'ambiente, basato su un principio della psicologia transazionale noto come 'camera di Ames', è arredato con porte, finestre, mobili, televisore e copia a olio B/N della Venere di Dresda di Giorgine. La camera e gli arredi sono deformati secondo un principio di anamorfosi tridimensionale, tale che osservandolo da un determinato punto di vista viene percepito un normale ambiente a pianta rettangolare per effetto della costanza percettiva. Percorrendo l’ambiente, l'osservatore ne scopre la distorsione delle dimensioni prima considerate reali. Nell’immagine le due persone raffigurate sono le stesse che si sono alternate agli angoli dell’ambiente.

Approfindimento


Foto Ugo Mulas